Il naso è soggetto ad aggressioni durante tutto l’ano, durante l’inverno a causa del freddo, o in primavera per il polline. Oltre al clima, mettiamo sempre alla prova il nostro naso esponendolo ad aria secca (aria condizionata), inquinamento, sostanze irritanti (auto, fumo) o a trattamenti per il raffreddore, sinusite o rinite allergica che possono seccare la mucosa nasale (vasocostrittori, corticosteroidi).

L'importanza dell'igiene del nasoLa prima barriera di difesa: prendersi cura del naso è importante.

Uno spray nasale a base di soluzione salina:

  • Facilita l’espulsione del muco eliminando il muco patogeno
  • Aiuta a prevenire le infezioni dopo il raffreddore con sinusite
  • Facilita e migliora la respirazione

Quando la mucosa nasale si indebolisce a causa delle ripetute aggressioni o da disturbi respiratori cronici (sinusite, asma, allergia respiratoria…), l’interno del naso si irrita, si secca, pizzica e si possono formare croste. Respirare diventa quindi doloroso e la mucosa nasale non svolge più il suo ruolo di meccanismo di difesa. Bisogna quindi idratarla rapidamente per velocizzare la guarigione.

FONDAMENTALE PER I BAMBINI:

La rinofaringite è l’infezione più comune nei bambini e la prima causa di richiesta di consulto al pediatra.

  • I neonati non sono capaci di soffiarsi il naso e respirano solo con il naso fino all’età di 6 mesi. Pulire il naso del tuo bambino è quindi fondamentale per la sua salute.
  • Il sistema immunitario dei bambini al di sotto dei 4 anni non è completamente sviluppato, per questa ragione si raffreddano più velocemente. All’età di 2 anni, un bambino può prendere il raffreddore anche più di 10 volte l’anno! Questa tendenza fortunatamente diminuisce con il passare del tempo.

Fonti:

Antibiotherapy by general route of administration in standard practice: acute rhinopharyngitis. AFSSAPS January 1999

http://www.mayoclinic.com/health/common-cold-in-babies/DS01106