Sinusite: che cos’è? I dieci sintomi da non sottovalutare

SINUSITE: CHE COS’È?

Sintomi della sinusite

La sinusite non è un raffreddore. È un’infiammazione acuta o cronica dei seni paranasali, ovvero delle cavità piene d’aria situate all’interno del cranio intorno al naso. Questi seni comunicano con il naso attraverso dei micro condotti, chiamati osti, che consentono il passaggio nel naso del muco prodotto dalla mucosa che riveste i seni. Quando i seni sono infiammati, l’ostio viene ostruito, si provoca così una certa pressione nella zona, con un conseguente accumulo di aria e muco nella cavità nasale.

DA COSA È PROVOCATA LA SINUSITE?

Questo disturbo di solito compare a causa di un’infezione batterica, virale o micotica nella cavità nasale; talvolta può avere un’origine allergica o addirittura derivare da infezioni dentarie. L’infiammazione potrebbe presentarsi anche dopo eventi traumatici che hanno provocato la frattura delle ossa che delimitano i seni paranasali, insorgenza favorita dalla presenza di difetti anatomici, polipi nasali o stati di immunodeficienza.

QUALI SONO I SINTOMI?

È fondamentale saper riconoscere alcuni dei sintomi più comuni della sinusite, questo potrà aiutarci a effettuare una diagnosi e a intervenire efficacemente e per tempo grazie a dei rimedi omeopatici.

  1. Dolore persistente:
    È uno dei sintomi più comuni della sinusite, può presentarsi a livello di naso e occhi con infiammazione e gonfiore. Il dolore può riguardare anche fronte, mascelle e denti.
  2. Accumulo di secrezioni nasali:
    Le secrezioni nasali possono accumularsi causando dolore e prurito nella parte posteriore della gola. Anche soffiarsi il naso può diventare molto fastidioso.
  3. Congestione nasale:
    Provoca difficoltà respiratorie diurne e notturne.
  4. Mal di testa:
    Pressione e gonfiore a livello del naso, della fronte e degli occhi, possono provocare mal di testa. I dolori possono interessare anche denti, orecchie, mascelle e guance.
  5. Tosse:
    Le secrezioni nasali, difficili da espellere dalle narici, potrebbero passare nella parte posteriore della gola causando irritazione e provocando una tosse persistente e fastidiosa.
  6. Mal di gola:
    Il gocciolamento retronasale può risultare irritante per la gola e provocare dolore. Il mal di gola da sinusite può presentarsi come un solletico fastidioso e poi peggiorare.
  7. Febbre:
    La febbre non è un sintomo tipico della sinusite ma potrebbe indicare uno stato di salute compromesso che potrebbe portare a contrarre infezioni croniche.
  8. Riduzione del senso del gusto e dell’olfatto:
    A causa della congestione nasale e dell’accumulo di muco, il senso dell’olfatto e del gusto non funzionano alla perfezione.
  9. Dolore acuto nei movimenti:
    Può presentarsi un dolore acuto improvviso nel compiere alcuni gesti, ad esempio nell’inclinare la testa verso il basso o nel voltarsi all’indietro. Ciò può essere dovuto all’accumulo di muco nelle membrane nasali. Questo disturbo può anche compromettere il senso dell’equilibrio.
  10. Alito cattivo:
    L’alito cattivo può essere un effetto indesiderato del gocciolamento di muco e secrezioni nasali verso la gola. I microrganismi che causano l’infezione possono contribuire alla formazione di cattivi odori.